31 lug 2017

Ville in classe A

Le due residenze sono state costruite su due lotti distinti e confinanti tra loro: questo ha influito nella progettazione dei fronti e nelle scelte dei materiali.
Le due ville unifamiliari presentano una distribuzione interna semplice dove i locali accessori e abitativi si integrano all’interno dello stesso volume.
Per entrambe l’autorimessa è inclusa nel volume costruttivo.
La prima villa su fronte strada, si sviluppa su tre livelli: al piano seminterrato con autorimessa, locale impianti, cantina e un ampia taverna, al piano terra i locali abitativi e al piano primo i locali adibiti a sottotetto; l’altra villa si sviluppa solo su due livelli, piano terra e piano sottotetto.
La composizione dei corpi aggettanti, del portico, della copertura arcuata e delle aree esterne sono dettate dalla scelta di dare una definizione netta dei volumi, con particolare sensibilizzazione alla ricerca dell’armonia delle forme, dei materiali e del rapporto con il contesto. Nel riproporre la casa unifamiliare, si è comunque cercato di richiamare i contenuti tipologici intrinseci di detta architettura e di attribuire loro una dimensione moderna attraverso l’ampia dimensione delle aperture, il miglioramento delle condizioni di comfort all’interno dell’alloggio, l’isolamento acustico, l’uso di fonti a energia rinnovabili e lo studio nell’orientamento del fabbricato per la gestione degli apporti solari sia nei mesi estivi sia nei mesi invernali.
I materiali utilizzati sono il mattone a vista come rivestimento, il manto di copertura in alluminio preverniciato e l’intonaco a base calce. La scelta della tecnica costruttiva è stata determinata in modo da coniugare esigenze di tipo strutturale con quelle del risparmio energetico, dell’isolamento acustico e del contenimento dei costi. La struttura portante è a telaio in c.a con muratura di tamponamento in Lecablocco Bioclima Zero19T per uno spessore al finito di cm 40. Come già anticipato sono state impiegate tecnologie utili al raggiungimento di una prestazione energetica in classe A, ponendo particolare attenzione all’isolamento e all’inerzia termica delle strutture opache nonché all’annullamento della dispersione dei ponti termici. Sono stati installati pannelli solari termici per l’acqua sanitaria, pannelli fotovoltaici e impianto radiante di riscaldamento a bassa temperatura a pavimento.
Il raggiungimento di un elevata efficienza energetica è stato un obiettivo preponderante in sede progettuale: dalla scelta di un sistema costruttivo che garantisse un ottimo isolamento termico e acustico, alla ventilazione meccanizzata, all’ illuminazione naturale e all’impianto di raffrescamento nelle due ville.
Come ultimo dato, le costruzioni delle ville sono iniziate in maggio 2013 e settembre 2013 con fine lavori contestuale in dicembre 2014.

Arch. Gino Occhialini

Località
Parma
Progetto Architettonico e direzione lavori
Arch. Gino Occhialini
Parma

Progetto e D.L. strutture
Ing. Luca Visconti
Parma
Impresa
Edil Alfa srl
Gonzaga ( MN)

Il sistema costruttivo

bioclima-zero-19t