01 ago 2016

Laterlite per l’HUB Aeroportuale di Malpensa.Leggerezza più resistenza e la qualità decolla

L’HUB aeroportuale di Milano Malpensa completa il piano di espansione e rifà il look ad alcune delle sue strutture, curandone anche la risistemazione a verde.
Grazie al contributo delle soluzioni Laterlite.

Una grande struttura aeroportuale è paragonabile a un organismo in continua trasformazione, le cui evoluzioni sono finalizzate a tenere il passo delle mutevoli esigenze del trasporto aereo. Una definizione, questa, che senza dubbio si attaglia perfettamente a Milano Malpensa, il principale hub aeroportuale del nord Italia, oggetto in questi ultimi anni di un’estesa serie di interventi volta a completarne e aggiornarne le strutture. Cui Laterlite ha partecipato con alcune fra le sue soluzioni di maggiore successo per la realizzazione di massetti e con il tocco in più delle sistemazioni a verde.

La realizzazione dei massetti di sottofondo destinati a ricevere le pavimentazioni in granito posate a colla delle aree Satellite C (corrispondenti al 3°/3°) e Satellite B (oggetto di un importante intervento di restyling complessivo) del Terminal 1 ha visto protagonista Lecamix Forte Professional, il premiscelato in sacco a base di argilla espansa Lecapiù, leganti specifici e additivi per la realizzazione di massetti alleggeriti e massetti isolanti a ritiro e asciugatura controllati, adatti a ricevere qualsiasi tipologia di rivestimento. Lecamix Forte Professional ha una massa volumica di circa 1.150 kg/m³, circa il 40% più leggero di un massetto tradizionale. Il basso coefficiente di conducibilità termica certificato (λ =0,258 W/mK, circa un quarto rispetto a una ordinaria miscela sabbia e cemento), contribuisce inoltre al raggiungimento di apprezzabili valori di isolamento termico.
Lecamix Forte Professional si caratterizza per una elevata resistenza a compressione (150 kg/cm²), è un prodotto incombustibile (Euroclasse A1), pompabile con le tradizionali attrezzature di cantiere, ed è certificato da ANAB-ICEA per applicazioni nella bioarchitettura.
Sono stati utilizzati oltre 6.000 m³ di Lecamix Forte Professional, stesi nelle varie zone di intervento in uno spessore medio di 8-10 cm.
Numerose, in particolare, le motivazioni che hanno indotto i progettisti a selezionare questa soluzione. Fra queste, in primo luogo, la necessità di ridurre il sovraccarico permanente su una struttura che, per la propria particolare conformazione architettonica, richiede un’attenzione particolare alla distribuzione dei carichi sui solai ed è destinata con ogni probabilità a successive modifiche del layout degli ambienti con conseguenti modifiche dei carichi gravanti sulle singole zone.
Inoltre, la soluzione adottata avrebbe dovuto garantire un’elevata resistenza a compressione sia nella lunga fase di cantiere che a struttura in esercizio, oltre a un’elevata stabilità dimensionale nel breve e nel lungo periodo con assenza di fenomeni quali fessurazioni da ritiro, tipici in ambienti open-space di grande superficie e che tendono ad amplificarsi nel tempo, compromettendo la durabilità e fruibilità delle pavimentazioni.
A tali considerazioni si sono poi affiancate valutazioni relative alla logistica del cantiere, che richiedevano una soluzione sufficientemente versatile da coniugare una corretta gestione delle fasi di realizzazione dei sottofondi (lavorazione di notevole entità dimensionale in questo specifico intervento) e il mantenimento di un adeguato flusso dei viaggiatori pur a fronte degli inevitabili continui cambiamenti delle zone interessate dai lavori.

MC111-malpensa-stratigrafia

Il giardino pensile di Malpensa

Per la risistemazione a verde pensile di alcune aree nell’ambito del progetto Malpensa sono stati invece utilizzati circa 100 m³ di LecaGreen, substrato colturale leggero per giardini pensili, costituito da una speciale miscela di argilla espansa AgriLeca frantumata, aggregati minerali e componenti di natura organica accuratamente selezionati, caratterizzata da elevata leggerezza, ottima porosità, buona capacità di accumulo e ritenzione idrica, ottima capacità drenante, resistenza e stabilità strutturale nel tempo.
Conforme ai requisiti della norma UNI 11235 (“Istruzioni per la progettazione, l’esecuzione e la manutenzione di coperture a verde”), il prodotto costituisce un supporto ideale in grado di sostenere lo sviluppo della vegetazione e assicurarne il giusto nutrimento.
Disponibile in due tipologie, LecaGreen si differenzia nelle versioni per giardini pensili estensivi o intensivi e costituisce il supporto ideale per lo sviluppo della vegetazione, assicurandone il giusto nutrimento.

MC111-malpensa-stratigrafia-verde