01 ago 2016

Residenze di pregio a Roma

Il progetto riguarda l’attuazione del primo stralcio del piano denominato “Giardini di Trigoria” che nel suo complesso prevede la realizzazione di 2 comparti fondiari a destinazione residenziale.
Di seguito si riporta una breve descrizione degli elementi strutturali principali.
Le strutture in elevazione, a partire dal primo impalcato fino alle coperture, sono di tipo misto:

  • colonne in acciaio profilo HE;
  • setti in c.a. esclusivamente per il vano scale, gli ascensori e gli angoli esterni delle sagome.

Gli elementi orizzontali sono:

  • solette piene in c.a. con ribassamenti in corrispondenza dei balconi e di alcuni bagni.
  • parapetti dei balconi curvilinei di tipo prefabbricato in c.a. con ringhiere e vetri di completamento.

Le tamponature esterne sono costituite dall’assemblaggio di componenti prefabbricati di alta qualità (blocchi di argilla espansa in calcestruzzo vibrocompresso) di spessore 36 cm, rivestite internamente con pannelli prefiniti in cartongesso rasati e tinteggiati.
Rivestimento esterno è in gres porcellanato al piano terra di colore grigio, ai piani in elevazione di colore chiaro (tendente al bianco) con alcuni intarsi color legno. Le murature divisorie tra gli alloggi sono anch’esse in blocchi di argilla espansa di spessore 25 cm, con elevate caratteristiche di isolamento acustico, rivestite con pannelli prefiniti in cartongesso rasati e tinteggiati. Spessore complessivo di circa 30 cm.
Le tramezzature interne sono anch’esse in blocchi di argilla espansa di spessore 9,5 cm, rivestite internamente con pannelli prefiniti in cartongesso rasati e tinteggiati. Spessore complessivo di circa 12,5 cm.
Si è scelto l’utilizzo di blocchi in calcestruzzo di argilla espansa con valori di trasmittanza ed abbattimento acustico certificati tali da garantire il soddisfacimento dei requisiti prestazionali imposti dalla normativa e riportati nelle specifiche relazioni.
I solai di separazione tra gli alloggi sono isolati prevalentemente con tappeti anticalpestio annegati nei massetti e pannelli isolanti posti all’interno dei controsoffitti.
Particolare attenzione è riservata alla soluzione dei ponti termici trapilastri, solai e murature, che sono migliorati con specifici materiali isolanti.

Località
Roma
Progetto Architettonico
Arch. Riccardo Armezzani
Roma
Direzione lavori e Consulenza alla progettazione esecutiva
EULERO ENGINEERING
Impresa
Cogeco 7 S.r.l.
Roma

Il sistema costruttivo

Lecablocco Bioclima Supertermico 

Supertermico36
Fonoisolante25